25^ EDIZIONE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA (FOTOGALLERY)

 

GUARDA LA FOTOGALLERY

La bella giornata e la temperatura primaverile, ha permesso l’apertura al pubblico degli 8 siti ad Ascoli che sono:

Teatro dei Filarmonici, ex Cinema Olimpia, Museo dell’Arte Ceramica, Collezione privata di Arte Maiolica di Giuseppe Matricardi, Archivio storico Azienda Meletti, Archivio storico Ditta Paoletti, Istituto Musicale “Gaspare Spontini”, Giardino di Villa Pacifici.

Orari di apertura 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18.30

Archivio Storico Ditta Paoletti *

Via dei Peschi, 5

Mostra dell’archivio privato della azienda storica Bibite Paoletti, che nel 1925 ottenne la Gran Palma d’Onore all’esposizione Internazionale di Bruxelles. Produttori di Spuma e Gazzosa, nel secondo dopoguerra aggiunsero molti altri sapori e oggi ripercorriamo quegli anni con le immagini pubblicitarie di ragazze un po’ pin up sulle bottigliette rigorosamente di vetro e sulle locandine pubblicitarie create con la punta di matita.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: I.P.S.A.A. “Celso Ulpiani”

Collezione Privata di Arte Maiolica di Giuseppe Matricardi

Piazza Cecco d’Ascoli, 19

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI. Possibilità di iscriversi al FAI in loco

Importantissima Collezione privata di Maiolica Castellana, con circa 600 esemplari che vanno dal 1400 al 1800. Da segnalare vasellame denominato “Orsini-Colonna” della Bottega Pompei e reperti della committenza “Farnese”, splendidi esemplari della Bottega dei Grue, attivi nel seicento. Affascinante esempio dell’arte ceramica che dal ‘400 al Rinascimento, al Barocco fornisce una testimonianza preziosa della attività di Castelli. Sono presenti in collezione anche altri pezzi di Deruta, Faenza etc., autentici capolavori riuniti grazie alla passione di una Famiglia, ed eccezionalmente aperti ai soli iscritti FAI nelle Giornate di Primavera.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni Liceo Classico “Francesco Stabili” (studenti borsisti)

Ex Cinema Olimpia

Via Trento e Trieste

L’Olimpia è stato il primo cinema eretto in Ascoli nel 1915, su disegno dell’architetto Vincenzo Pilotti, amico di Pietro Mascagni e Giacomo Puccini, del quale progettò la tomba a Torre del Lago, autore di molti Palazzi pubblici e privati italiani. L’architetto Pilotti sceglie qui linee semplici di stile razionalista, che ben si adattano con le ampie vetrate apportate dal recupero, attuato dalla Fondazione Cassa di Risparmio che, acquistato l’edificio inagibile dal 1984, lo ha accuratamente restaurato. Si è pensato di raccontare nelle GFP “Ascoli al cinema”, cioè le sale cinematografiche storiche della città e due modi diversi di recuperare i manufatti, adattandoli al terzo millennio.

Visite a cura degli studenti dell’Università degli Studi di Camerino (Unicam) sede di Ascoli Piceno e Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno

Giardino di Villa Pacifici *

Via dei Peschi, 42

Affascinante parco, ricco di maestosi alberi secolari: palme, lecci, abeti, castagni, pini marittimi, vialetti e aiuole che si snodano all’interno del giardino della grande Villa padronale eretta nella prima metà del ‘700 da una nobile famiglia ascolana. Il giardino è caratterizzato dalla presenza di due grotte sotterranee e di una conca, che un tempo veniva riempita con le acque degli adiacenti fiume Tronto e torrente Marino a formare un laghetto che i proprietari attraversavano su piccole barche. Il parco è abbellito da sculture realizzate dall’artista Romolo Del Gobbo, uno dei protagonisti della vita artistica ascolana dell’Ottocento.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: I.T.A.S. “C. Ulpiani”, I.T.C.G. “Umberto I ”

Istituto Musicale “Gaspare Spontini” *

Via del Trivio

L’Istituto Musicale “Gaspare Spontini” costituito ufficialmente nel 1957 ha sede a Palazzo Pacifici, storico Palazzo rinascimentale ed esprime la vocazione musicale fortemente radicata nella città. Lo si apre volendo raccontare le tradizioni cittadine in campo musicale.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: Liceo Scientifico “Antonio Orsini”

Mostra archivio storico Azienda Meletti *

Via d’Ancaria

Mostra dell’archivio privato della azienda storica “Silvio Meletti” fondata nella seconda metà dell”800, azienda celebre per aver ripreso l’antica tradizione agricola del mistrà, distillato di vino profumato con anice e di aver inventato la più dolce, deliziosa Anisetta Meletti, premiata con riconoscimenti internazionali nel 1878 all’esposizione Internazionale di Parigi e gustata dalla società bene della città nel Caffè storico Meletti, raffinato esempio di Liberty. Saranno esposti documenti d’epoca, seducenti locandine Liberty, macchinari di produzione che costituiscono la memoria storica di una eccellenza italiana.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: Liceo delle Scienze Umane “Tecla Relucenti”

Museo dell’Arte Ceramica con esposizione straordinaria *

Piazza San Tommaso

Il Museo dell’Arte Ceramica, ubicato nel chiostro di un monastero adiacente alla chiesa romanica di S. Tommaso sorta nel 1064 sull’area di un anfiteatro risalente alla Roma Classica, ospiterà eccezionalmente esposte nelle GFP, venti esemplari di ceramica castellana (Castelli) del 1500, appartenenti ad una prestigiosa collezione privata. Da segnalare uno splendido vasellame da farmacia denominato “Orsini Colonna” della Bottega Pompei, attiva in Castelli nel ‘500, tre piatti e una grande conchiglia stemmata del servizio del cardinale Alessandro Farnese appartenente ad una produzione tra le più affascinanti del ‘500 castellano, le cosiddette “Turchine” di cui sono rimasti rarissimi esemplari.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: Liceo Artistico Statale “Osvaldo Licini”

Teatro dei Filarmonici *

Via delle Torri, angolo Via di Corfinio

Il teatro ottocentesco fu costruito su disposizione della Società dei Filodrammatici fondata dal Conte Orazio Piccolomini composta da nobili ascolani. Internamente presenta sculture di Giorgio Paci, artista locale, con stucchi ornamentali e decorazioni, due ordini di palchi ed un loggione. Adattato nel 1917 a sala cinematografica fu acquistato dal Comune nel 1994 e chiuso per inagibilità. Nell’immaginario collettivo della città rappresenta “il cinema” per antonomasia, essendo molti ricordi dei cittadini legati a questa sala di proiezione. Si riapre al pubblico interamente restaurato e restituito alla sua funzione originaria di teatro per la prima volta nelle GFP 2017.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: Liceo Classico “Francesco Stabili” ” – “E. Trebbiani”

* Bene fruibile a persone con disabilità fisica

 

About Emidio Vena

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.